Autorizzazione all’uso dei cookie

Tu sei qui

visite all'abbazia

colonne terminali nella sala di lavoroQualunque monumento carico di storia e significato va conosciuto nelle sue tradizioni, nei vari studi su di esso, ma occorre poi visitarlo di persona per sperimentare, come nel caso delle abbazie, quanto la sua architettura sia la sintesi della cultura che l’ha generato prima nel pensiero degli architetti e poi attraverso il lavoro dei monaci e degli operai.

Le visite all'abbazia, organizzate dal Servizio Attività Didattica della Fondazione, offrono ai visitatori un aiuto per conoscere la storia e l’architettura dell’abbazia, ma soprattutto la cultura e la spiritualità delle quali essa è figlia.

Il sabato e la domenica pomeriggio vengono effettuate visite all'intero complesso monastico senza la necessità di prenotazione (dettagli nella tabella alla pagina del museo).
Sono oggi visitabili con gli operatori didattici della Fondazione il chiostro, la sala capitolare, le sale di lavoro dei monaci, la sala dei fondatori, il loggiato, il refettorio, il dormitorio; l'introduzione e la conclusione della visita avviene in chiesa, dove si punterà l'attenzione sul coro.

Le visite vengono organizzate anche per il museo Comolli (riaperto il 25 settembre 2010).

E' possibile effettuare la prenotazione per le visite dedicate a gruppi e a scolaresche

Per le visite su prenotazione effettuabili anche la domenica, l'itinerario nel monastero è disponibile in percorsi che si sviluppano sui quattro livelli edificativi con differente lunghezza e durata.

 

visite al monastero

Il sabato pomeriggio e la domenica pomeriggio con accompagnamento di un operatore didattico si effettuano visite agli ambienti monastici, distribuiti su quattro livelli, senza necessità di prenotazione e alle quali ci si può aggregare previo versamento del contributo di ingresso al monastero (vedi sezione museo dell'abbazia).

Il sabato pomeriggio viene effettuata una sola visita guidata con partenza alle ore 15,30.

Le visite domenicali vengono replicate nel corso del pomeriggio al formarsi di un gruppo di visitatori (circa ogni mezz'ora).
Viene offerto un numero differenziato di visite in base al periodo e all'affluenza dei visitatori; il prospetto è attivo dal gennaio 2016.

  • gennaio 1 visita: ore 15,30
  • febbraio 2 visite: ore 15,00, ore 15,30
  • marzo 3 visite: ore 15,00, ore 15,30 e ore 16,00
  • aprile 5 visite: ore 15,00, ore 15,30, ore 16,00, ore 16,30 e ore 17,00
  • maggio 5 visite: ore 15,00, ore 15,30, ore 16,00, ore 16,30 e ore 17,00
  • giugno 5 visite: ore 15,00, ore 15,30, ore 16,00, ore 16,30 e ore 17,00
  • luglio 3 visite: ore 15,00, ore 15,30 e ore 16,00
  • agosto 1 visita: ore 15,30
  • settembre 5 visite: ore 15,00, ore 15,30, ore 16,00, ore 16,30 e ore 17,00
  • ottobre 3 visite: ore 15,00, ore 15,30 e ore 16,00
  • novembre 2 visite: ore 15,00, ore 15,30
  • dicembre 1 visita: ore 15,30

La durata della visita è di circa un'ora.  

Inoltre in alcuni venerdì del periodo estivo 2016 vengono proposte suggestive visite serali in quattro differenti tipologie arricchite da un apertivo a tema gestito dalla Parrocchia di Morimondo.

 

visite al museo Comolli

Dopo i lavori di edilizia finalizzati all'abbattimento delle barriere architettoniche di accesso, il Civico Museo Comolli ha riaperto il 25 settembre 2010.

L'accesso al museo è consentito solo con visita acompagnata che consente di vedere opere e arredi appartenuti al Comolli e dura circa mezz'ora.

Sono organizzate (vedi prossime aperture) visite per singoli visitatori o piccoli gruppi e che non richiedono prenotazione con partenza alle ore 15.00, alle 16.00 e alle 17.00.

Nei giorni feriali è necessaria la prenotazione telefonica alla segreteria.

I gruppi organizzati (almeno 15 persone) devono concordare giorni e orari di visite guidate in base alle proprie esigenze, anche in occasione di visite in giornate festive.

Servirsi del seguente link per ulteriori notizie sul museo e su Angelo Comolli.

Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.

CMS Drupal ver.7.56 del 21/06/2017 agg.18/07/2017