Autorizzazione all’uso dei cookie

Benvenuti all'abbazia di Morimondo

scriptorium

rosone

tetti

mano

prato

cotto

acquasantiera

affresco

sala

decorazione

loggiato

architrave

chiostro al vespro

lato sud

costoloni capitolo

interno notturno

lato ovest

vista aerea

lato nord

monastero in notturna

appuntamenti aprile 2015

Interessanti eventi sono in calendario per il mese di aprile.

Evidenziamo l'apertura della mostra Morimondo e gli abati del Rinascimento, dedicata al periodo da Astorgio Agnesi a Giulio Medici (1450 - 1522), che sarà inaugurata domenica 12 aprile alle ore 11,30.

E inoltre

Proseguono con ampliamento d'orario le visite guidate

  • la domenica alle 15:00, alle 15:30, alle 16:00, alle 16:30 e alle 17:00.
  • il sabato nel consueto orario delle 15:00

 

appuntamenti marzo 2015

Con il mese di marzo riprendono tutte le attività proposte dalla Fondazione e si ricomincia con

Proseguono le mai interrotte visite guidate

  • la domenica alle ore 15:00, alle ore 15:30 e alle ore 16:00
  • il sabato nel consueto orario delle 15:00

 

addio Sandro

Con dolore e commozione diamo l'annuncio che ieri, 30 gennaio 2015, Sandro Rondena è tornato alla Casa del Padre.

Il Santo Rosario di suffragio sarà recitato nella chiesa di San Gaetano ad Abbiategrasso sabato 31 gennaio alle 21:00.
La celebrazione della Messa del suo funerale sarà nell'abbazia di Morimondo lunedì 2 febbraio alle 10:30.
Al termine si proseguirà per la sepoltura nel cimitero di Morimondo.

La figura del caro Sandro, che ha dedicato gran parte della sua vita, le sue energie e tutto il suo entusiamo al recupero degli ambienti del complesso monastico, è ben descritta da Marco Aziani sulle pagine di 'Ordine e Libertà'.
Per chi non ha avuto la gioia di conoscerlo, interessante anche un vecchio articolo di Caterina Giojelli.

A noi piace ricordarlo anche con le parole che lui stesso ha pronunciato il 4 ottobre 2008, a conclusione dei lavori di restauro.

A quasi trent'anni dall'inizio di questa avventura, stupore, commozione e gratitudine sono le parole che portiamo nel cuore per quanto abbiamo visto accadere.

Lo stupore per la positività del cammino di questi anni, caratterizzati da continue e significative sorprese e scoperte.

La commozione per la bellezza che traspare ovunque tra queste mura.
La stessa bellezza che ci ha commosso e affascinato da giovani e che ci ha accompagnato e confortato in tutti questi anni di duro lavoro.

Gratitudine perché non era per nulla scontato arrivare al termine di questa avventura, neanche per noi che l'abbiamo iniziata e vissuta in prima linea.

Permettetemi in chiusura un ringraziamento personale a Colui che parafrasando Dante "move il sole e le altre stelle" per essere qui a vivere e a festeggiare con voi questo giorno.
Un anno fa la malattia che mi aveva colpito inaspettatamente non permetteva di darlo per scontato.
Ecco perchè il mio cuore è colmo di gratitudine.
[...]

Vogliamo concludere offrendo a Colei che è protettrice di questo luogo, la Vergine Maria, tutto il lavoro di questi anni e ricordare un antico canto della tradizione medioevale che ci corrisponde: "Non nobis Domine sed nomine tuo da gloriam"

Pagine

Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.

CMS Drupal ver.7.56 del 21/06/2017 agg.18/07/2017